PATTIBUM

writing about music is like dancing about architecture

Architecture&Fashion: Curtain and Outfit.

Architettura&Moda: Tende che paiono abiti, abiti che paiono tende.
| English version below |

Ma come te sei vestita? Me pari ‘na tenda! [Traduzione: ma come ti sei vestita? Mi sembri una tenda!]
Quante volte ce lo siamo sentite dire? Io parecchie!

Ed ecco spiegato il tema di oggi: ancora una contaminazione tra architettura, in questo caso interior design, e moda.
La tenda, intesa come tessuto, drappeggio, trasparenza, lavorazione, finisce spesso nei nostri armadi, trasformata in abito. Spesso addirittura in abito da sera.
Ma poi, guardiamo le architetture del solito Philippe Starck (non lo cito mai, no?): tende che sostituiscono le pareti, che decorano ed arricchiscono gli ambienti come fossero degli splendidi outfit da gran soirée. E le preziosissime tende di Mastro Raphaël (tanto per citarne uno)? Non avrei problemi ad indossarne qualcuna!

Insomma, architetti, stilisti, interior designers… chi ha rubato a chi? Proviamo a capirlo.

Stark, FasanoinRio

But how are you wearing? You look like a curtain!
How many times did we hear it? Me, quite a lot!

And this explains the theme of today: still a contamination between architecture, in this case interior design, and fashion.
The curtain, understood as fabric, drapery, transparency, manufacturing, often ends up in our closets, transformed into a dress. Often even in an evening dress.
But then, look at the architecture of the usual Philippe Starck (I do not quote ever, right?): curtains to replace the walls, decorate and enrich the space as if it was a gorgeous outfit for a gran soirée. And the precious Mastro Raphaël (just to name one) curtains? I have no problem to wear someone!

In short, architects, designers, interior designers… who stole from whom? Let’s try to figure it out.

Credits: my Pinterest

5 commenti su “Architecture&Fashion: Curtain and Outfit.

  1. Santarellina
    27 febbraio 2014

    Appunto. Tende a pacchetto forevah! :)

  2. Diana
    11 marzo 2014

    Ciao, sempre interessanti i tuoi articoli! In effetti l’abito tenda è fra gli stili d’abbigliamento più “arcaici”. Se pensiamo a ciò che indossavano gli antichi romani… :-)?!
    Bellissimi gli abiti di Elie Saab che hai pubblicato! Certo, se dovessi pensare di acquistarne uno, visto il mio fisichetto poco filiforme, più che a tenda sarebbe meglio provare l’abito a “sacco” ;-D.
    Fra gli altri, anche Vivienne Westwood ha realizzato degli abiti dove trova massima evidenza il drappeggio che fa del tessuto un assoluto protagonista:

    http://www.stile.it/sfilare/tendenze/multimedia/art/easy-to-wear-by-vivienne-westwood-id-350/pgmm/13/

    http://www.style.com/fashionshows/complete/slideshow/S2011RTW-VWESTWOOD/#1

    Mentre credo che il grande Shigeru Ban sia uno degli architetti che abbia fatto un ottimo uso del curtain nelle sue opere, lasciando che il tessuto divenisse parte integrante dell’opera architettonica:

    http://archimpura.blogspot.it/2011/05/tessile.html

    Architettura e Moda tra contaminazioni e integrazioni, creatività e a volte anche oscenità, ma che dire: m’affascina proprio questo continuo “scambio” di ruoli :-)

    • Patrizia
      17 marzo 2014

      I miei articoli saranno pure interessanti, ma i tuoi commenti di più.
      Studierò tutto ciò di cui parli, perchè mi hai incuriosita. Grazie!

Dai, dai... dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Licenza Creative Commons
Pattibum by Patrizia Burato is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at pattibum.wordpress.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://pattibum.wordpress.com/.
Follow on Bloglovin

Aggiungimi a Google+!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: